CERSAIE 2019: Nei Trend che sintetizzano i nuovi materiali che verranno utilizzati nel futuro, il Gres Porcellanato assume un ruolo di protagonista.

Obiettivo raggiunto: esiste un pavimento che regala le sensazioni del legno ma è più resistente, di facile manutenzione e posa, e spesso più economico. Si tratta delle piastrelle in grès, prodotte attraverso tecnologie in grado di riprodurre fedelmente l’immagine delle essenze lignee e di trasformare una mattonella “vecchio stile” in un esempio di innovazione progettuale e produttiva. Punto di forza della filiera, la possibilità di mantenere anche la varietà di ogni listello di legno attraverso diversi passaggi legati alle finiture cromatiche della piastrella. Non ultimo, l’evidente maggiore disponibilità dei grandi formati e la possibilità di gestire con semplicità le geometrie della metratura da rivestire.

Perché sceglierlo?
Capita, a volte, di non poter scegliere un parquet in legno per il proprio pavimento, per ostacoli logistici o economici, perché si sa già che le superfici saranno soggette a usura particolarmente forte, perché si ha semplicemente bisogno di un rivestimento resistente e di facile posa. Ad oggi l’alternativa c’è e, pur non potendo regalare la sensazione di calore unica del legno, le piastrelle in grès rappresentano una soluzione efficace.

Come si fa?
Il grès porcellanato è un materiale ottenuto da argille, ceramiche e altre materie prime macinate e lavorate in diverse fasi per poi essere pressate e cotte. Ne segue una pasta compatta e dura, non porosa, particolarmente adatta, per le sue caratteristiche tecniche, ad essere usata per rivestimenti e pavimenti, anche in ambienti soggetti a calpestio intenso o, ad esempio, in cui è presente un alto livello di umidità.

Le qualità tecniche
I pavimenti in grès presentano caratteristiche tecniche particolarmente interessanti:

  • resistono agli agenti atmosferici, diventando adatti sia per interni che per rivestire spazi all’aperto;
  • resistono al fuoco e non rilasciano sostanze tossiche;
  • non sono porosi e quindi non patiscono gli sbalzi termici;
  • hanno una superficie antisdrucciolo sia asciutti che bagnati.

I vantaggi
I punti di forza di un pavimento in grès sono ormai conclamati:

  • hanno un costo contenuto rispetto ad altre finiture, compreso il parquet in legno;
  • sono particolarmente versatili e grazie alla grande varietà di colori, texture, finiture si possono adattare a interior design di diversi stili;
  • grazie alle caratteristiche tecniche del materiale garantiscono stabilità nel tempo;
  • hanno un ciclo di vita molto lungo e, scegliendo fra materiali e filiera certificati, si può anche rispettare un impatto sull’ambiente particolarmente basso.

La posa
Una volta scelta la tipologia di piastrella e l’immagine dell’essenza lignea più adatta al proprio ambiente, la posa segue le tappe tradizionali delle classiche piastrelle. Dopo aver scelto l’adesivo più adatto, considerando il supporto su cui verranno poggiate le nuove piastrelle e l’eventuale presenza di un sistema di riscaldamento a pannelli radianti, se ne studiano la composizione, i giunti e le stuccature, fino a ultimare la posa con un’operazione di pulizia professionale.

Le varietà
Trattandosi di un processo produttivo industriale e sviluppato applicando tecniche innovative, potenzialmente non ci sono limiti sulle tipologie di piastrelle disponibili, considerando sia la resa cromatica che la varietà di formati. Ma non solo: grazie alla possibilità di programmare i passaggi di colore, le aziende produttrici sono anche in grado di presentare piastrelle diverse fra loro, interpretando alla perfezione la varietà di ciascun listello in legno. Le proposte del mercato rispondono alle richieste più frequenti, spaziando fra il rovere e le essenze esotiche come iroko e wengé e prediligendo i grandi formati che, spesso, sono i più rari e costosi quando si parla di parquet in legno.

La manutenzione
Un vantaggio non di poco conto: il grès prevede opere di manutenzione ridotte al minimo, grazie proprio alle caratteristiche di resistenza ai graffi, agli agenti chimici e ai raggi UV. Anche la pulizia non richiede particolari detergenti o cure nel tempo e la superficie rimane inalterata anche a fronte di una particolare usura da calpestio.

Le emergenze
Nel caso in cui una serpentina dei pannelli radianti abbia bisogno di manutenzione o se è necessario controllare un elemento tecnico coperto da una piastrella in grès, è sufficiente spostarla ed eventualmente sostituirla, riuscendo a gestire le emergenze con una approccio più semplice rispetto a quanto si dovrebbe fare se si trattasse di un listello in legno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.